Benvenuto nel sito ufficiale del comune di Lenola della provincia di Latina
Sei nella Home Page del Comune di Lenola.
Comune di Lenola

Sei in: Home » il comune » Area Economico-Finanziaria » Tributi e personale » Cosap - Imposta sulla pubblicità e occupazione di suolo pubblico
Sei in: Home » il comune » Area Economico-Finanziaria » Tributi e personale » Cosap - Imposta sulla pubblicità e occupazione di suolo pubblico

Il Comune

Area Economico-Finanziaria

Cosap - Imposta sulla pubblicità e occupazione di suolo pubblico

Cos'è

  • E’ l’imposta per l’occupazione del suolo pubblico.

Cos'è utile sapere

  • Sono soggette alla COSAP le occupazioni di qualsiasi natura, effettuate nelle strade, nelle vie, nelle piazze e comunque sul suolo appartenente al Comune o su solo privato ma gravato da servitù di uso pubblico costituita nei modi e nei termini di legge.
    "Temporanea" è l'occupazione di durata inferiore all'anno o quella soggetta a rinnovo periodico, ad esempio chioschi, cantieri edili, tavolini e sedie di bar e ristoranti, ecc.
    Permanente” è l’occupazione di carattere stabile, effettuata a seguito del rilascio di un atto di concessione, aventi, comunque, durata non inferiore all'anno, che comporti o meno l'esistenza di manufatti o impianti.
    Si tratta di cantieri edili, manifestazioni, tavolini per raccolta firme, tavolini e sedie collocati di fronte a bar e ristoranti ecc...

    L'occupazione di suolo pubblico deve essere preventivamente autorizzata. L'autorizzazione è il documento che consente l'occupazione, stabilisce i diritti e gli obblighi del concessionario, determina la tassa e può essere rinnovata. L'autorizzazione è necessaria anche nel caso in cui l'occupazione sia esente dal pagamento.
    Le occupazioni realizzate senza l'autorizzazione sono considerate abusive e pertanto sanzionabili.
    L'occupazione si dà per avvenuta in assenza di rinuncia esplicita scritta antecedente la data di inizio occupazione.

    Normativa di riferimento

    D.Lgs 507/93 e successive modifiche
    Regolamento Comunale approvato con Del. di C.C. n°81 del 16/12/1988

Requisiti

  • Tutti coloro che occupano una parte del suolo, soprassuolo, sottosuolo o spazio pubblico, appartenenti cioè al demanio o al patrimonio indisponibile del Comune, sono assoggettati alla COSAP.

Come fare

  • Tutti coloro che sono interessati devono presentare preliminarmente richiesta all’ufficio tributi.
    Per ottenere l’autorizzazione dell’ufficio tributi occorre effettuare il versamento su apposito bollettino postale predisposto dall’ufficio.
    Per le occupazioni permanenti di suolo pubblico, la denuncia deve essere presentata entro 30 giorni dalla data di rilascio dell’atto di concessione e, comunque non oltre il 31 dicembre dell’anno di rilascio della concessione medesima, utilizzando l’apposito modulo messo a disposizione dall’ufficio tributi.
    Entro lo stesso termine deve essere effettuato il versamento della tassa dovuta per l’intero anno di rilascio della concessione.
    L’attestato deve essere allegato alla denuncia e i relativi estremi indicati nella denuncia stessa.
    L’obbligo della denuncia non sussiste per gli anni successivi a quello di prima applicazione della tassa, sempre che non si verifichino variazioni nell’occupazione che determinino un maggiore ammontare del tributo.
    In mancanza di variazioni nelle occupazioni, il versamento della tassa deve essere effettuato nel mese di gennaio.
    Per le occupazioni temporanee  l’obbligo della denuncia è assolto con il pagamento della tassa, da effettuarsi non oltre il termine previsto per le occupazioni medesime

In quanto tempo

  • Dipende dalla durata dell’occupazione del suolo pubblico.

Quanto costa

  • Il costo varia a seconda del tipo di occupazione e durata come indicato dalla del. di C.C. n° 81 del 16/12/1988.

    Occupazioni permanenti:
    il canone è commisurato alla superfice occupata e si applica sulla base delle tariffe di cui al prospetto che segue (tariffa annua in euro per metro quadro graduata a seconda dell’importanza dell’area)
    - occupazione del suolo - 24,00 (I categoria) 21,60 (II categoria)
    - occupazioni di spazi soprastanti e sottostanti il suolo - 8,00 (I categoria) 7,20 (II categoria)
    - occupazioni con tende, fisse o retrattili, aggettanti direttamente sul suolo pubblico - 7,20 (I categoria) 6,50 (II categoria)
    - passi carrabili (per quelli costruiti direttamente dal Comune, la tariffa va calcolata su una superficie non inferiore a mq 9.
    Eventuali eccedenze si riducono del 10%) - 2,40 (I categoria) 2,20 (II categoria)
    - passi carrabili di accesso ad impianti per la distribuzione di carburanti - 24,00 (I categoria) 21,60 (II categoria)
    - divieto di sosta, previo rilascio di apposito cartello segnaletico sull’area antistante semplici accessi, passi carrabili o pedonali (per una superficie di max mq. 10) - 2,40 (I categoria)  2,15 (II categoria)
    - occupazioni permanenti con autovetture adibite a trasporto pubblico nelle aree a ciò destinate e delimitate (somma forfettaria) - 800,00 (per  singola autovettura I categoria) 800,00 (per  singola autovettura II categoria)
    - occupazioni realizzate con cavi condutture, impianti o con qualsiasi altro manufatto da parte di aziende di erogazione dei pubblici servizi e da quelle esercenti attività strumentali ai servizi medesimi.
    Ammontare minimo della tassa (I categoria)

    Occupazioni temporanee:
    Il canone è  commisurato alla superfice occupata e si applica con i criteri e sulla base delle tariffe di cui al prospetto che segue (tariffa in euro per metro quadro graduata a seconda dell’importanza dell’area)
    - occupazione del suolo 1,40 (giornaliera I categoria) 0,06 (oraria, I categoria) 1,30 (giornaliera II categoria) 0,05 (oraria II categoria)
    - occupazioni di spazi soprastanti e sottostanti il suolo 0,50 (Giornaliera I categoria)  0,02 (oraria, I categoria) 0,40 (giornaliera II categoria) 0,02 (oraria II categoria)
    - occupazioni con tende, o simili 0,40 (Giornaliera I categoria)  0,02 (oraria, I categoria) 0,40 (giornaliera II categoria) 0,02 (oraria II categoria)
    - occupazioni realizzate in occasioni di fiere e festeggiamenti, con esclusione di quelle realizzate con installazione di attrazioni, giochi e divertimenti dello spettacolo viaggiante 4,00 (giornaliera I categoria) 0,17 (oraria, I categoria) 1,90 (giornaliera II categoria) 0,08 (oraria II categoria)
    - occupazioni realizzate da venditori ambulanti, pubblici esercizi e da produttori agricoli che vendono direttamente il loro prodotto 1,20 (giornaliera I categoria)  0,05 (oraria, I categoria) 1,00 (giornaliera II categoria) 0,04 (oraria II categoria)
    - occupazioni poste in essere con installazioni di attrazioni, giochi e divertimenti dello spettacolo viaggiante 0,28 (giornaliera I categoria) 0,01 (oraria, I categoria) 0,25 (giornaliera II categoria) 0,01 (oraria II categoria).
    - occupazioni realizzate per l’esercizio della attività edilizia 0,40 (giornaliera I categoria) 0,02 (oraria, I categoria) 0,30 (giornaliera II categoria) 0,01 (oraria II categoria).

    Occupazioni del sottosuolo e soprassuolo:
    - occupazioni del sottosuolo o soprasuolo stardale con condutture, cavi, impianti in genere ed altri manufatti destinati all’esercizio ed alla manutenzione delle reti di erogazione di pubblici esercizi, compresi quelli posti  sul  suolo e collegati alle reti stesse.
    Per ogni km. lineare o frazione il canone annuale forfettario è di € 250,00
    - le occupazioni aventi carattere temporaneo, il canone viene determinato in misura forfettaria, come dal prospetto che segue (in euro)
    - occupazione fino a un chilometro lineare 14,10 (fino a 30 giorni) 18,30 (da 31 a 90 giorni) 21,15 (da 91 a 180 giorni) 28,20 (superiore a 180 giorni)
    - ccupazione superiore al chilometro lineare 21,15 (fino a 30 giorni); 27,50 (da 31 a 90 giorni); 31,70  (da 91 a 180 giorni) 42,30 (superiore a 180 giorni)4)

    Distributori di carburanti:
    - per l’impianto e l’esercizio di distributori di carburante e dei relativi serbatoi sotterranei e la conseguente occupazione del suolo e sottosuolo comunale è dovuto il canone  annuale commisurato a mq. di occupazione di suolo € 24,00 per mq5)

    Impianto ed esercizio di apparecchi automatici per la distribuzione dei tabacchi:
    Per l’impianto e l’esercizio di apparecchi automatici per la distribuzione dei tabacchi e la conseguente occupazione del suolo  comunale, è dovuto il seguente canone annuale (località’ dove sono situati gli apparecchi - tassa annuale euro:
    a) centro abitato 21,00
    b) zona limitrofa 15,75
    c) frazioni e sobborghi e zone periferiche 10,50

Validità del documento

  • La validità del documento rilasciato dall’ufficio tributi è legata al tempo indicato nella richiesta.

Modulistica

A chi rivolgersi

  • Area Economico-Finanziaria - Tributi e personale
    Via Municipio n.8 - 04025 , Lenola (LT)
    Referente:
    Sandro Rosato
    Telefono:
    0771.595836
    Fax:
    0771.588181

Orario settimanale

Mattino
Pomeriggio
  • lunedi'
    8,30 – 14,00
    -
  • martedi'
    8,30 – 14,00
    -
  • mercoledi'
    8,30 – 14,00
    -
  • giovedi'
    8,30 – 14,00
    15,30 – 18,30
  • venerdi'
    8,30 – 14,00
    -
  • sabato
    -
    -

Fine dei contenuti della home page

Sito ufficiale del Comune di Lenola

Logo attestante il superamento, ai sensi della Legge n. 4/2004, della verifica tecnica di accessibilità.

Via Municipio, 8 - 04025 Lenola (LT)
Tel. 0771-59581 - Fax 0771-588181
protocollo@pec.comune.lenola.lt.it
C.F.: 81003310596

Realizzazione ImpresaInsieme S.r.l. Proxime S.r.l.